E’ andata così

se qualche tempo fa m’avessero chiesto “cosa farai da grande?” io avrei risposto senza esitazioni “il cardiochirurgo”
non sapevo cosa mi desse quella certezza, ma lo sapevo, e mi bastava

oggi… non lo so più
passa il tempo e mi rendo conto che la strada è sempre in salita
e nonostante mi continui a ripetere che la vita è come una ruota che gira, in giorni come questo si fa sempre più forte l’idea che questa ruota si sia bloccata in un verso contrario al mio, che non girerà mai dalla mia parte

quanto vorrei non ritrovarmi, in futuro, a dover dire “è andata così”

oggi mentre con…

oggi mentre controllavo distrattamente la home page di facebook, mi soffermo su una citazione fatta da una mia collega:

Se un sogno è il tuo sogno, quello per cui sei venuto al mondo, puoi passare la vita a nasconderlo dietro una nuvola di scetticismo, ma non riuscirai mai a liberartene. Continuerà a mandarti dei segnali disperati, come la noia e l’assenza di entusiasmo, confidando nella tua ribellione.(M.Gramellini)

domani dovrò sostenere la prima prova per il concorso di specializzazione in cardiochirurgia e questa parole mi riempiono il cuore, mi ricordano che… nei sogni si può credere